Search

Il passato è a valle, il futuro è a monte

Venerdì alle 20.30 presso la casa della gioventù di Caviola ci sarà l'ultimo appuntamento della rassegna dell'Union ladina Val Biois "descoron de noi" dedicata alle curiosità e alle piccole grandi storie della nostra vallata. Dopo il successo delle prime tre serate ci sarà il gran finale con Sara Luchetta, ricercatrice dell'Università di Padova in studi storici, geografici e antropologici che ci condurrà per mano nel mondo magico della letteratura alpina. Partendo da un dibattito attuale su alcuni casi di ritorno alla montagna e di ripopolamento di valli alpine, durante la serata si parlerà del ritorno simbolico della montagna nella letteratura. Attraversando alcuni romanzi e racconti conte

L'antica prozesion de Santa Cros

Sabato 5 maggio un'antica usanza della Valle del Biois è ritornata a vivere tra i sentieri di Canale, Falcade e Vallada passando tra i villaggi di alta quota di Falcade Alto, Somor, Sappade, Feder, Fregona, Carfon e Cogul. Si sono tracciati i confini dell'antica Pieve di Canale d'Agordo, lungo i 24 km di percorso tra prati e boschi, in una rogazione speciale che celebra i 500 anni della chiesa di Sappade e i 40 anni dalla elezione e morte di Papa Luciani. A Sappade era presente il gruppo Folk Val Biois per festeggiare l'avvenimento insieme agli alpini di Caviola e agli amici di Sappade che hanno allestito una bellissima festa con pranzo per tutti i pellegrini.

Il Gruppo Folk Val Biois alla festa di Sant'Efisio

Il 1 maggio alcuni componenti del Gruppo Folk Val Biois sono stati a Cagliari in occasione della grande festa di Sant'Efisio. Una processione religiosa che si svolge ininterrottamente da 362 anni, nemmeno i bombardamenti della seconda guerra mondiale, che hanno distrutto gran parte della città, hanno fermato questa festa che coinvolge visceralmente tutte le genti della Sardegna.E' nata nel 1652 come voto per l’intercessione di Sant’Efisio per far terminare la peste con l'impegno a celebrare ogni anno e perpetuamente una Festa solenne.La Processione è composta da 3.500 persone con indosso gli abiti tradizionali della Sardegna provenienti da ogni regione dell'isola ed accompagnati da oltre 200

La valle del Biois. Una civilta’ poco conosciuta.

Terzo appuntamento con "descoron de noi", le serate di primavera dell'union ladina Val Biois. Loris serafini, direttore della fondazione Papa Luciani e grandissimo appassionato di storia della nostra Valle ci racconterà gli aneddoti e le curiosità delle nostre genti.

Gruppo artistico culturale Val Biois

Via Focobon 12/b - 32020 Falcade (BL)

 c.f. 93008740255  - p.i. 00964760250